Product Detail

FLYFAST

FlyFast 2.0

FlyFast 2.0 è la new entry in casa FlyTop S.p.A.

È un Aeromobile a Pilotaggio Remoto (APR) con caratteristiche inoffensive secondo il Regolamento ENAC “Mezzi Aerei a Pilotaggio Remoto” – Edizione 2 del 16/07/2015, Emendamento 1 del 21 dicembre 2015. Si tratta di un mezzo particolarmente adatto per svolgere missioni su territori classificati critici, grazie alle dimensioni ridotte, alle sue caratteristiche inoffensive, alla sua facilità di utilizzo, all’ottima stabilità e alla possibilità di acquisire immagini ad alta risoluzione.

FlyFast 2.0 non si rivolge solo a coloro i quali hanno bisogno di effettuare rilievi aero-fotogrammetrici, ma anche a chi è impegnato nei rilievi catastali in aree urbanizzate, nell’agricoltura di precisione, nei rilievi di siti archeologici, nel monitoraggio di reti passanti per aree critiche (oleodotti, gasdotti, ecc.), inoltre il suo impiego risulta adeguato per le organizzazioni attive nella prevenzione e nella gestione delle emergenze.

Categoria:

Product Description

FlyFast® 2.0

FLYFAST

 

bandiera_inglese_e_italiana-2English Version

FlyFast 2.0 è la new entry in casa FlyTop S.p.A.

È un Aeromobile a Pilotaggio Remoto (APR) in possesso di Certificazione di Progetto (riferimento ENAC IT-003 CP) con caratteristiche di inoffensività secondo l’articolo 12 comma 1 del Regolamento ENAC “Mezzi Aerei a Pilotaggio Remoto” – Edizione 2 del 16/07/2015, Emendamento 2 del 22 dicembre 2016. Questo APR è a tutti gli effetti incapace di provocare danni di gravi entità, poiché provvisto di tutti i requisiti qualitativi, tra cui: utilizzo della relativa geometria non pericolosa in caso di urto, di specifici materiali, ed energia d’impatto inferiore a 66 J.
Il FlyFast 2.0 è il primo in Italia ad aver conseguito il certificato di progetto come APR inoffensivo. Grazie a tale requisito, tutte le operazioni specializzate condotte con questo SAPR sono considerate non critiche in tutti gli scenari operativi. Ciò rende possibile condurre operazioni specializzate critiche senza che l’operatore debba di sua iniziativa avviare un nuovo iter autorizzativo.

Si tratta di un mezzo particolarmente adatto per svolgere missioni su territori classificati critici, grazie alle dimensioni ridotte, alle sue caratteristiche inoffensive, alla sua facilità di utilizzo, all’ottima stabilità e alla possibilità di acquisire immagini ad alta risoluzione.

FlyFast 2.0 non si rivolge solo a coloro i quali hanno bisogno di effettuare rilievi aero-fotogrammetrici, ma anche a chi è impegnato nei rilievi catastali in aree urbanizzate, nell’agricoltura di precisione, nei rilievi di siti archeologici, nel monitoraggio di reti passanti per aree critiche (oleodotti, gasdotti, ecc.), inoltre il suo impiego risulta adeguato per le organizzazioni attive nella prevenzione e nella gestione delle emergenze.

Il velivolo non prevede più di un operatore e, una volta sul campo, in meno di un minuto il FlyFast 2.0 è pronto al volo. Dopo questa fase, si passa alla pianificazione della missione, tramite un apposito software di pianificazione eseguibile da PC o tablet, con il quale è anche possibile controllare tutti i dati telemetrici del sistema.

Il FlyFast 2.0 svolge la missione in modalità automatica dalla fase di decollo fino all’atterraggio. Per il decollo non ha bisogno della catapulta, ma questo avviene tramite il lancio in aria dell’aeromobile da parte dell’operatore. L’atterraggio può essere effettuato invece in automatico o in manuale a seconda della volontà del pilota. I dati acquisiti dal sensore a bordo, sono integrati dal file degli orientamenti esterni (latitudine, longitudine, quota, beccheggio, rollio ed imbardata).

Il design del FlyFast 2.0 permette di operare con diverse condizioni meteo senza che queste compromettano il lavoro che si sta svolgendo, consentendo al contempo un’ottima restituzione delle immagini acquisite dal sensore: la struttura in materiale plastico con cui è costruito l’APR fornisce infatti leggerezza e resistenza tale da sopportare gli impatti accidentali con il terreno.

FlyFast 2.0 viene fornito con diversi sensori, camera fotogrammetrica, camera termica e camera multispettrale, tutte con attacco plug&play. Il mezzo viene consegnato all’interno di una cassa di ridottissime dimensioni da usare per il trasporto e lo stivaggio comodo ed agevole.
FlyTop fornisce inoltre la necessaria assistenza pre e post-vendita.
FLYFAST ESTERNA 1FLYFAST ESTERNA 3FLYFAST ESTERNA 4FLYFAST ESTERNA 5

 

FLYFAST LABORATORIO

Download_Manuale_PDF

I vantaggi del FlyFast 2.0

✔ Inoffensivo

✔ Dimensioni ridotte

✔ Economico

✔ Facilità di utilizzo

✔ Personalizzazione colore e finiture in funzione del tipo di superficie di atterraggio

✔ Navigazione con quota di volo automatica sul profilo 3D di Google (SRTM)

✔ Funzione anti-panico che disabilita tutti i comandi e attiva la funzione di sorvolo circolare a quota stabile intorno all’operatore

✔ Scatola nera

✔ Progettato, prodotto, assemblato in Italia nella sede di FlyTop

 

Caratteristiche tecniche del FlyFast 2.0

Apertura alare: 109 cm
Lunghezza: 56 cm
Peso al decollo: 0,85 kg
Batteria: Polimeri di litio 3S-1800mAh
Propulsione: Motore elettrico brushless, potenza 180 Watt
Raggio d’azione: 1 a 10 Km
Autonomia di volo: 30 minuti
Decollo: A mano
Atterraggio: Manuale/assistito/automatico
Quota di volo: 1-150 m
Numero di operatori: 1
Massima velocità operativa: 12,5 m/s
Resistenza al vento: Raffiche fino a 12 m/s
Condizioni operative: -5°C/+40°C, operatività in caso di pioggia
Velocità standard di crociera: 8,3 m/s
Controllo della missione: PC o Tablet
Sensore: Fotocamera compatta da 20Mpx
Navigazione automatica: basata su GPS, IMU, altimetro
Modalità di volo: Manuale/assistita/automatica
Trasmissione dati: 433 o 868 Mhz
Collegamenti Radio Comando: 2,4GHz ad un massimo di 2Km di distanza tra modello e radio
Controlli di sicurezza: Return-to-Launch in caso di perdita di potenza o del segnale radio, sistema di terminazione, volo vincolato elettronicamente in un’area definita da PC