Beni Culturali

Il rilievo di beni culturali (siti archeologici o centri storici) che insistono su aree di una certa ampiezza è sempre stato problematico a causa della mancanza di strumenti adeguati in grado di porsi tra la classica fotogrammetria aerea e i rilievi terrestri (topografici o laser scanner).

Da poco, grazie al crescente utilizzo dei droni in ambito civile, è possibile eseguire rilievi aero-fotogrammetrici di siti archeologici a bassa quota (generalmente in un range che vai dai 20 ai 200 metri, a seconda della situazione e del luogo) e acquisire dati metrici e qualitativi di dettaglio.

I vantaggi dell’uso dei droni nel settore archeologico e dei beni culturali sono i costi contenuti delle fasi di acquisizione, una risoluzione maggiore rispetto a quella ottenibile tramite fotogrammetria tradizionale aerea, rapidità di esecuzione e la possibilità di mappare aree difficilmente accessibili ottenendo prodotti finali come modelli digitali del terreno (DTM o DSM), modelli 3D e ortofoto.

 

foto apr beni culturali
FlyTop S.p.A produce e vende droni professionali progettati per soddisfare le esigenze di coloro i quali sono impegnati nel settore archeologico e dei beni culturali. L’offerta di FlyTop S.p.A si concretizza nei droni professionali FlyGeo e FlyNovex, rispettivamente un velivolo ad ala fissa e un multi-rotore dotato a sei eliche.

Il primo presenta una resistenza maggiore in condizioni di vento forte, è in grado di volare a quote superiori, consente prese nadirali come nella più tradizionale fotogrammetria aerea e garantisce un’incredibile rapidità di esecuzione.

Il secondo può volare a quote anche molto basse ed ha una notevole flessibilità in fase di acquisizione dal momento che consente di eseguire prese sia nadirali che inclinate grazie alla possibilità di inclinare la fotocamera.

Contattaci per scoprire come gli APR di FlyTop possono supportare il tuo lavoro.